Piviale San Domenico

piviale-1  piviale-2  piviale-3

piviale-4  piviale-5  piviale-6

Il raffinato manufatto, opera di maestranze siciliane, presenta uno schema compositivo ornamentale molto consueto sia in Europa che in Italia dalla metà del Seicento, caratterizzato da espansi girali dai racemi fioriti, resi con una forte carica naturalistica. Da un boquet centrale si dipartono svariate tipologie di inflorescenze dai colori vivaci che si espandono specularmente su tutta la superficie in argento. Nello scudo del paramento liturgico emerge, entro una ghirlanda con minuti girali floreali, il ritratto di San Domenico, con i classici attributi del giglio e la stella in fronte. In particolare il ricamo dello scudo è inusuale per il dettaglio dei baffi in modo naturalistico di derivazione fiamminga, diffuso nella cultura pittorica del Seicento meridionale.

 

Bibliografia
Maddalena De Luca, Antichi Telai - Roma Palazzo Ruspoli, 2009

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo